NEWS!!!

OMG

Mary Sabba ha scritto
alle 13.24
Amburgo (dpa) – I giovani rockers Tokio Hotel cominceranno il tour col nuovo album Humanoid a febbraio 2010 per le città d ‘Europa.Le prime città tedesche saranno:Amburgo e Oberahusen,stando a quanto dice il manager David Jost alla DPA.Dopo seguiranno Parigi,Bruxelles,Helsinki,Vienna,Praga,Mosca,Nizza ,Barcellona,Madrid,Lisbona,Milano e Roma.Le date esatte saranno annunciate nei prossimi giorni.


TRADUZIONE NOKIA HOTEL TV PARTE 2,PRESTO ARRIVERA’ QUELLA DELLA TERZA

Il mito, l’uomo, la macchina

Bill: Abbiamo quasi finito.. Siamo vestiti tutti di nero. Prima inizieremo con calma ma poi daremo inizio al gioco e diventeremo feroci!
Tom: Sì! Feroci e selvaggi!
Georg: Seeexy!

Bill: Oggi farò un photoshoot nudo.

Tom: Qui potete vedere il mistico Georg.. Non sai mai come valutare uno come lui. E’ sempre il bassista misterioso.. E figo. Tra poco tocca a me, così potrete sparlarmi.

Staff: Adesso è il momento della moto o cosa?
Bill: Sì, è il momento della moto! L’abbiamo scelta prima.. Ce n’erano così tante. E’ fantastico che questa non sembri propriamente una moto a causa del nero opaco. E’ assolutamente grandiosa, come se venisse da un’altra epoca, no?
Staff: E chi guida?
Bill: Ovviamente io! In realtà sono io il vero motociclista!

Tom: Facendo roteare le bacchette.. Fantastico. A dire il vero ho sempre desiderato essere un batterista.
Staff: Davvero?
Tom: Sì. Suonare la chitarra è come.. Non so. Ma essere un batterista è grandioso. Sono anche portato per la batteria. So suonarla, ho imparato da autodidatta. Credo che sarei stato un ottimo batterista.

Bill: Stiamo per fare altre foto della band, con gli strumenti e roba così. E poi proverò qualcosa di nuovo. Un look scozzese insieme a Tom. [n.d.t si riferisce ai suoi pantaloni e alla camicia di Tom]
Adoro che alle pompe di benzina abbiano quegli enormi bidoni, così non devi riempirli. Mi scoccia dover riempire.. Questo è il motivo per cui li abbiamo, così non dobbiamo farlo. Ma non posso vivere senza caffè. Bevo.. Bevo davvero troppo caffè. Non serve nemmeno più per svegliarmi, è una questione puramente mentale, così penso “okay, hai già bevuto sei tazze di caffè, adesso sei in grado di lavorare.
Georg: Fare il caffè con Bill, un sogno diventato realtà.
Bill: Sarà un episodio speciale.
Georg: Speriamo bene.
Bill: Merda!

Staff: Adesso un look diverso?
Bill: Non posso muovermi.. Sono diventati così per puro caso. [n.d.t. i capelli]

Staff: E’ noioso?
Tom: Sì.. Abbiamo aspettato quasi tre ore per continuare.. Beh, funziona così quando sei il misero, misero chitarrista di una band.

Tom: Sinceramente odio lo sport. Non c’è niente di peggio dello sport, non andiamo proprio d’accordo. Gli unici sport nei quali mi sento a mio agio sono scopare modelle e guidare le moto d’acqua.

Disastro nelle vendite di Humanoid

Sono trascorsi i primi dieci giorni dall’uscita dell’album “Humanoid”, il terzo nella carriera dei tedeschi Tokio Hotel. Le vendite non potrebbero andar peggio, al punto che la parola disastro ci sembra poco.
Alcuni anni fa, il lavoro delle band era mirato più che altro alle vendite, le quali si protraevano per diversi mesi e tavolta persino per anni, a seconda della richiesta di un album nei negozi. Al giorno d’oggi e secondo gli esperti, le prime due settimane di vendita sono quelle che portano un nuovo lavoro al successo o lo distruggono.
I primi risultati ottenuti in Germania sono preoccupanti al punto che nessuno ricorda un risultato simile nel caso di un gruppo nazionale. Nella classifica vendite di iTunes, “Humanoid” occupa la centesima posizione. Le versioni acquistabili sul sito contenevano in regalo un paio di bonus tracks insieme ad un’intervista esclusiva e la possibilità di avere la priorità per l’acquisto dei biglietti per il tour, ma a quanto pare non è stato abbastanza per il pubblico.
Altrettanto tristi sono i risultati della catena di vendita online per eccellenza, Amazon. Oggi, nel negozio virtuale tedesco, “Humanoid” si trova alla posizione numero 98. Nei negozi britannici e americani, non rientra nemmeno nella Top 100. Nella situazione negativa, i dati migliori sono offerti dal negozio virtuale francese della stessa catena, dove l’album arriva alla posizione 28.
Nemmeno il più pessimista del luogo immaginava un disastro di dimensioni simili nella stessa Germania. I nervi cominciano ad affiorare in un Management che stranamente ha investito molto denaro acquistando canzoni da rinomati compositori che però non hanno saputo conquistare in modo definitivo il pubblico in generale.
C’è da dire anche che al momento di preparare l’album, hanno messo abbastanza da parte gli extra richiesti dai fans. Il contenuto dei dvd delle versioni Deluxe e Super Deluce è veramente deludente, contenendo solo foto e alcune canzoni in versione karaoke. Per lo stesso prezzo avrebbero potuto aggiungere qualsiasi altro tipo di materiale live o dietro le quinte. L’aggiunta di una bandiera nella versione Super Deluxe è un dettaglio che dimostra l’ignoranza del Management riguardo l’evoluzione di una generazione che oggi è cresciuta e ha richieste più in sintonia con i tempi.
Le reazioni non si fanno aspettare e i primi a muoversi sono stati gli americani che, dato il colpo, hanno già abbassato i prezzi della versionr Deluxe a 13.99 dollari (9,48 euro) e la versione normale a 9.99 dollari (6.77 euro). Speriamo che anche gli altri negozi virtuali di Amazon lo facciano, per quanto sia possibile aumentare le vendite e non finire con il nominare “Humanoid” l’album fiasco del 2009.
Se qualcuno non ha comprato l’album e ha intenzione di farlo, aspettare un paio di giorni può far sì che lo si trovi a quasi metà prezzo. Non tutti i mali vengono per nuocere.
LAST MINUTE: In risposta alle e-mail che ci state mandando, ci teniamo a sottolineare che l’articolo si riferisce al significativo calo nelle vendite in Germania rispetto ai precedenti album e la lenta entrata nel mercato americano. Ovviamente, “Humanoid” riceverà l’oro in Germania (se non è già successo) e in molti altri paesi. Questo è ancora da vedere e saremmo i primi a gioirne.

RECENSIONI ALBUM

Let’s Sing It: I Tokio Hotel pubblicano “Humanoid”

La glam rock band tedesca Tokio Hotel, ha pubblicato il secondo album inglese (il terzo in tedesco), “Humanoid”, oggi. [n.d.t. l’articolo risale al 6 ottobre]. Il primo singolo “Automatic” è uscito il mese scorso e sembra piacere molto ai fan.
Confesso di non sapere molto su questa band ma posso ben vedere il loro fascino. Sono unici e mi ci è voluto un po’ per rendermi conto che il cantante leader Bill Kaulitz ed il chitarrista Tom Kaulitz sono gemelli. Sapevo che fossero fratelli, ma hanno uno stile così diverso che è davvero figo. Molti gemelli cercano di trarre vantaggio dalla loro somiglianza, cosa che trovo davvero irritante quando hanno più di dieci anni.
L’anteprima che ho sentito è piuttosto discreta a dire il vero. E’ glam rock ovviamente e più volte mi sono sentito come se stessi ascoltando qualcosa fine anni 80/primi anni 90. Sembra che abbiano campionato un po’ di “Personal Jesus” per la canzone “Human Connect To Human” ma non ho avuto modo di trovare qualcosa che lo confermasse.

8 Ottobre, Aidan Williamson (Strangeglue)

Dite “musica tedesca” e la maggior parte delle persone penserà ‘Rammstein’ con la sola conosciuta opzione del calibro di ‘Atari Teenage Riot’ o ‘Wir sind Helden’.
Una volta che la gente si rende conto che non sono Giapponesi, tutto cambia con l’avvento dei Tokio Hotel: una band pop-rock perfettamente scolpita con una liscia padronanza della lingua inglese, e un sound unico e uno stile come si può immaginare da una band di ragazzi indebitata dall’ondata emo.
Il loro secondo Album in lingua inglese (terzo in generale) è stato registrato in entrambe le lingue ed è chiaramente posizionato per tentare la conquista del mondo. I tedeschi cercano di conquistare il mondo…dove sono gli americani quando hai bisogno di loro? Non è la prima volta che è stata fatta una domanda del genere.
Il pezzo “Monsoon” ha portato molta attenzione attorno ai Tokio Hotel, ed è chiaro da Humanoid che non vogliono sprecarne. Dal vero inizio, è un Album perfetto nel suo obbiettivo di distillazione dei pixel pop. I soggiorno occasionale nell’elettroclash (come in “Dogs Unleashed”) getta una piccola ombra sopra il prato, ma considerando la forza di tutto ciò che gli sta intorno, è facilmente trascurata.
Raccogliendo i riflettori su questo Album è come sparare ai dei pesci in un acquario. Avete bisogno solo di un proiettile e non è garantito uccidere il pesce, annegare il gatto e possibilmente ferire immediatamente qualche piccolo bambino che si avvicina. C’è la potenza della ballata “Zoom Into Me” (che probabilmente ruba il riff di piano della canzone “Everything” di Britney Spears), poi c’è il travolgente ritornello di “World Behind My Wall”, il calpestio elettronico di “Human Connect To Human”, un titolo di una canzone che suona dolce finchè non sentite parlare di questo film.
Prestando un pensiero personale, dovremmo ascoltare “Automatic”. La potenza degli accordi conduce senza soluzione da una magnifica introduzione ad un esplosivo ritornello in cui il front-man Bill Kaulitz mostra la sua abilità nel superare la scala di ottave di cui nessuno in JJ72 o Mew sarebbe capace.
Mentre Humanoid potrebbe essere deriso per il prestito fortemente riconoscibile da una miriade di altri artisti, non è una cosa che porta in basso l’Album per la semplice ragione che loro usano meglio questo genere di effetti. Per un Album pop da essere considerato forte nella melodia, vario nel tono, unico nel sound e nel contenuto, affermato, e completamente privo di condiscendenza, è invece una cosa rara.

Adottate la cittadinanza francese e ora cedete, questa è un’invasione irrefrenabile.

Fonte:www.;Strangeglue.com

Sembra sciocco, ma è vero: i Tokio Hotel sono diventati adulti e pubblicano con “Humanoid” il primo Longplayer dopo i due successi precedenti.
Non si sente una Band come questa. Ad esempio l’impostazione di Sonic Youth o Yo La Tengo, che sono i modelli dei Tokio Hotel, è ritenuta di commercio: una Band di adolescenti, che non sono in grado di suonare i loro strumenti. Pregiudizio, che dovremmo abbandonare, perché i nativi di Magdeburgo hanno abbandonato la pubertà da un pezzo e fabbricano il loro nuovo terzo Album “Humanoid”.
Il primo lavoro per la conquista del mondo è immensamente diverso dai precedenti: non sono solo sui livelli del testo i problemi degli adolescenti (rotture con i genitori, stress con gli amici, contrarietà con la propria identità) spariti fino a poche eccezioni, le sofisticate canzoni operano anche musicalmente e si adattano perfettamente grazie alla produzione del testo che le trasporta.
Lo scenario fantascientifico, che Bill Kaulitz canta nelle canzoni, è tutto programmato, in stile con la sua criniera da leone – come se qualcuno avesse messo insieme ciò che suona insieme: il freddo e l’innavvicinabile di questa Band diventa con “Humanoid” pressato in un lungo Album. Che bello, funziona, perché i Tokio Hotel sono sempre stati oltre che musicale, anche un concetto visivo – rapiti, fuori dallo spazio e in un mondo parallelo, dove si lascia poco spazio per i sentimenti umani.

I TOKIO E L’AMERICA……..

La Boy band vuole il successo europeo negli Stati Uniti

Da Mark Sutherland

LONDRA (Billboard) – A volte, a volte cose molto strane succedono agli MTV Video Music Awards come Kanye West che interrompere un discorso di accettazione.

Prendere, nel 2008, la cerimonia VMAs, per esempio, quando l’A-glamour elenco di Hollywood Paramount Studios tappeto rosso è stato sconvolto da l’ingresso di quattro cyborg adolescenti con i capelli ridicoli che si trovavano in cima a un camion enorme.
Con il nome della loro band a lettere alte, il camion è stato il cyborg ‘non particolarmente sottile modo di raccontare l’America che il resto del pianeta già sapeva: Tokio Hotel erano arrivati.

Cosi velocemente, cosi Eurotrash gate-Crasher.
Tokio Hotel – una curiosa electro-glam-Goth-emo boy band che aveva scalato un numero non superiore a 39 nella Billboard 200 – era quella che sembrava una nomina nel segno della fan-votato miglior nuovo artista per categoria. E ‘stato contro la crème de la crème del pop statunitense femminile: Miley Cyrus, Katy Perry, Jordin Sparks e Taylor Swift. La probabilità di vincere Tokio Hotel sembrava quasi uguale a quella di Satana a lavoro il giorno dopo una pattinata sul ghiaccio (modo di dire)

“Siamo stati a guardare i premi fuori su uno schermo enorme,” ricorda Martin Kierszenbaum, presidente della label Tokio Hotel negli Stati Uniti, Records Cherrytree, nonché presidente della A & R per il pop / rock a Interscope e capo delle operazioni internazionali di Interscope Geffen A & M . “Sono stato sopreso, perché non mi aspettavo davvero di vincere – avevo solo un po ‘di speranza …. Ma ha annunciato e all’improvviso Bob Johnsen (executive marketing Interscope)appena mi diede un pugno come poteva sul braccio. Boom! “

La band e la maggior parte del pubblico sono stati analogamente esterrefatti. Eppure nessuno ha visto la necessità di interrompere il cantante Bill Kaulitz – quello che sembra un incrocio tra una bambola Bratz e un cacatua – durante il suo discorso di accettazione incredulo.

“Per essere onesto, sarebbe stato un buon momento, se qualcuno fosse entrato in scena,” Kaulitz rievoca un anno dopo. “Ero sul palco del VMAs e ero senza parole.”

“Eravamo davvero ubriachi”, dice il suo fratello gemello, il chitarrista Tom, con una risata – è quello che sembra un incrocio tra Predator e un fratello Jonas. “Anche se non possiamo bere negli Stati Uniti fino a quando non raggiungiamo i 21 anni.”

Il giorno dopo, non erano gli unici sofferenti.

“Ragazzo, ho avuto una brutta gatta da pelare quella notte,” (ho trasformato anche in italiano il dialetto)dice Kierszenbaum con una risata. “Ma io prendo una gatta ogni giorno se ciò significa vincere un premio.”

SPAZZANDO IL CONTINENTE

Si sospetta che negli ultimi 4 anni i Tokio Hotel abbiamo avuto simili sportive congiure.
La band considera vincere il VMA come “la cosa più importante nella nostra intera carriera”, ma in realtà è stato solo un altro momento, in un percorso di carriera che ha sfidato la saggezza convenzionale, i confini internazionali e, a volte, la logica.

Formata nella città orientale tedesca di Magdeburgo, la band – che presenta anche il bassista Georg Listing e il batterista Gustav Schafer, i due che sembrano venuti a fissare rispettivamente il computer e la macchina dei gemelli Kaulitz – hanno iniziato a suonare sotto nome di “Devilish” nel 2001.

Un accordo con Sony BMG in seguito.
Ma è stata abbandonata nel 2005, quando i membri avevano solo 15 anni – una decisione che, in termini puramente commerciali, sta cominciando a confrontare al rifiuto Decca dei Beatles. Imperterriti, i gemelli firmato con la Universal Music Germania e divenne ben presto una proprietà a caldo con i loro debutto di lingua tedesca nel 2005, con “Schrei”.

E là, francamente, la storia dovrebbe smettere. Musica pop di lingua tedesca si trova proprio lì con la cucina inglese come un concetto che non viaggia. Non dal Nena 1983-84 hit “99 Luftballons” – citata da Bill come una influenza formativa – ha canzoni con dieresi ha reso al di là della linea Maginot.

Eppure, “Schrei” no solo raggiunse il numero 1 in Germania e in Austria, ma i primi tre posti in Svizzera. E finì alla top 10 in Grecia, Ungheria, Repubblica ceca e Polonia e, quasi senza precedenti, No. 12 in Francia – un paese che per quanto riguarda la musica pop tedesca più o meno allo stesso modo in cui ha guardato a George W. Bush -, mentre il picco Billboard’s European Top 100 Albums Chart al n. 5.

Il seguito del cd ,nel 2007′ “Zimmer 483”, ha fatto ancora meglio, con un picco sulla European Top 100 Albums Chart al n. 4.
E’ successo in Germania, n. 1 e n. 2 in Francia, è entrato nella Top 10 in Austria, Svizzera, Grecia, Ungheria, Repubblica ceca e la Polonia, e ha tracciato tutto il viaggio dalla Finlandia verso l’Italia.
La band, ha anche suonato al Tel Aviv – una rarità per gli artisti di lingua tedesca – dopo un tifoso israeliano ha lanciato una petizione per chiedere un concerto.

“E ‘stato strano,” Tom dice con una scrollata di spalle “, ma fresco. I nostri fan hanno iniziato a imparare il tedesco in modo da poter cantare insieme a noi”.

Abbattere le barriere linguistiche

Al tempo stesso, però, i dirigenti e membri della band erano simili a una sorta di perdita per spiegare l’appello del gruppo. Bill cita formidabile della band presenza online come un fattore, mentre i dirigenti citano il look esotico di Bill, come fattore determinante per attirare l’attenzione dei media e una base di fan femminili.

E’ Tempo che i gemelli potrebbero essere utilizzati per contemplare questo gioco sono invece dedicati a imparare l’inglese, nel tentativo di conquistare i paesi che non avevano ancora abbracciato il gruppo cyber-goth.

Nel 2007, i Tokio Hotel hanno pubblicato il suo primo album in lingua inglese, “Scream”, con canzoni dai primi due album tedeschi cantate in inglese.
Ha venduto 175.000 copie degli Stati Uniti, secondo Nielsen SoundScan, restando 21 settimane nella classifica Billboard 200. E ‘stato anche un successo in tutta Europa, portando prima top della band 10 successo in Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Svezia e nelle Fiandre. In Francia ha raggiunto il sesto posto.

Il nuovo album dei Tokio Hotel, “umanoidi”, uscito quasi contemporaneamente in tutto il mondo – 2 ottobre in Germania e nell’Europa continentale, 6 ottobre negli Stati Uniti – in entrambe le versioni inglese e tedesca.

Negli Stati Uniti, in una versione Best Buy esclusiva l’album conterrà l’album tedesco accanto a quello inglese in un pacchetto di due CD. Questa volta la band ha registrato due versioni di ogni canzone alla volta.

“Non è una traduzione pari pari questa volta,” dice Tom. “Le canzoni sono intorno allo stesso argomento, ma abbiamo dovuto vedere le stesso cose in modo diverso, davvero.

“Stiamo lavorando due volte come qualsiasi altra band,” Bill dice con una risata. “Sono a mio agio con le versioni in inglese questa volta. Sono un perfezionista, quindi la prima registrazione per me è stata difficile. Non voglio sembrare un ragazzo tedesco cerca di cantare in inglese.”

SCI-FI TECHNO-ROCK

“Umanoidi”, che è più elettronico rispetto album precedenti, è pesante sulla fantascienza. Il primo singolo è “automatic” (o, se preferite, “Automatisch”), un inno techno-rock con un video con auto veloci, i robot e Bill cercando come Bjork come se avesse svolto il ruolo di Tina Turner in “Mad Max Beyond Thunderdome “. Il resto dell’album è quasi altrettanto sopra le righe, e il pugno di punzonatura-rock di “rumore” e i Depeche Mode-electro stile di “Human Connect to Human” sono abbastanza orecchiabili fare appello a ragazzi da Berlino a Boise, Idaho.

La band sarà negli Stati Uniti 10-19 ottobre.

In Europa, tale è la devozione della base del gruppo dei fan rabbiosi – soprattutto le ragazze adolescenti in iperventilazione e tipi emo intensi – che i fratelli Kaulitz non può più avere un drink.

“Non è un lavoro per me”, Bill dice con una scrollata di spalle. “E ‘la mia vita. I Tokio Hotel sono (un’estensione del) la mia personalità,e tutto il resto viene dopo questo.”

“E ‘assolutamente figo, si ottiene tutta l’attenzione”, scherza Tom, che concorda bonariamente con suo fratello. “Fino a quando ricevo le ragazze più di lui.”

Vendite globali dei Tokio Hotel sono ora a 3.5 milioni di copie, più 1 milioni di DVD, secondo Universal. La portata internazionale della campagna di marketing del gruppo è evidente, e l’atto del sito web ufficiale è disponibile in 11 lingue.

“Il successo è come una droga”, dice Bill. “Vogliamo avere successo in tutto il mondo. Ma se non riusciamo, almeno possiamo andare in vacanza a Londra.”

Meglio non prenotare una vacanza ancora, però. Se qualcuno può far si che gli inglesi amino la musica pop tedesca, sono i Tokio Hotel.

Humanoid entra direttamente alla #2 della classifica italiana

Non avevamo nessun dubbio a riguardo: i Tokio Hotel approdano con Humanoid nella classifica di vendita in Italia direttamente al secondo posto!
Secondo la classifica di IBS aggiornata al 9 Ottobre invece, i Tokio Hotel svettano già alla numero 1
Congratulazioni ai nostri ragazzi tedeschi! Questo è solo l’inizio!!

Per adesso niente America!!

Si era recentemente detto che i Tokio Hotel sarebbero andati in America nel periodo tra il 10 e il 19 Ottobre.

Niente da fare!!

Il quartetto tedesco rimane ancora nella propria fedele e calda Europa. Il tutto è stato confermato dalla Cherrytree, che a parer nostro dovrebbe impicciarsi un attimino un pò di meno ed evitare di emanare campanelli d’allarmi inutili.

Credits to TOKIO HOTEL ITALIA

IO TI SEGUIREI OVUNQUE………..

Il cantante dei Tokio Hotel ha chiuso in un cassetto i sogni romantici

Ha solo 20 anni, appena compiuti, eppure Bill Kaulitz ha già perso ogni speranza… Durante un intervista con il magazine tedesco “In”, il cantante dei Tokio Hotel ha infatti dichiarato di aver rinunciato all’idea di trovare il vero amore, e che non potrà mai avere una relazione regolare.

“È improbabile che riusciremo a trovare il nostro grande amore – ha detto Bill – . Ovviamente mi manca la presenza di una donna nella mia vita. Ma è un desiderio che in questo momento non si può avverare”.

Andando avanti con l’intervista si capisce che in realtà la star tedesca non ha rinunciato del tutto alle sue fantasie romantiche, e gli piace anche immaginare storie ipotetiche, in cui lui farebbe di tutto per la sua dolce metà, compreso trasferirsi all’estero: “Se lei volesse vivere con me, ma nel suo paese d’origine, la seguirei”.
——————–
Notizia/sottospecie di intervista presa e tradotta dal sito ufficiale.(MMAAA)

Tom Kaulitz: il suo cuore sarà per una tedesca.

I Tokio Hotel stanno preparando il loro grande ritorno, e moltiplicano le interviste destinate a mostrare al pubblico come sono cambiati.Vogliono particolarmente dimenticare l’anno che è appena passato,con il suo susseguirsi di tante voci che non sono sempre piacevoli da ascoltare. Tom cerca soprattutto di cominicare quanto sia saggio con le ragazze…
Il bel Tom spiega: “Il mio atteggiamento è un pò cambiato, adesso aspetto l’amore vero”. Bill Kaulitz elabora un pò la dichiarazione di Tom, affermando che prima suo fratello ha fatto di tutto per far si che non lo dimenticassero… “Adesso è pronto”.
Il commento aggiunge un pò di tradimento per le fan che credono ancora nel Tom-occasionale: se Tom incontrerà l’amore vero, sarà senza dubbio una tedesca, ma dalla Francia agli stati Uniti, le ragazze sono in fila per Tom.. Perchè i Tokio Hotel sono formali: Bill,Tom e i loro compagni [che guarda caso si chiamano Georg e Gustav =_=”] vivranno sempre in Germania.

NEWS!!!ultima modifica: 2009-10-13T18:55:31+02:00da billa-tomma
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “NEWS!!!

  1. “Milano&Roma”?!?!?!?,,e qst è xke i th hanno detto ke nel 2010 venivano al sud..? e qst è xke i th hanno detto ke facevano molte date in italia..? SN DI POKE PAROLE qst è..!nn riesco a crederci, x la 3 volta konsegutiva tokkano di nuovo Milano&Roma,,e ke kazzo :@ :@

Lascia un commento